PHILIPPE STARCK

Qualificato come l'unico designer ad avere raggiunto lo "status di una rockstar", Philippe Starck è un genio sommerso in egual misura di lodi e di polemiche. Moderno eppure diffidente verso il progresso, cautamente "self promoting" eppure sprezzante con la stampa, Starck ha costruito un impero del design su fondamenta di fertile contradditorietà. Infatti, il design di Philippe Starck attraversa generi diversi e sfida ogni classificazione tradizionale: dagli hotel chic di New York allo spazzolino da denti. Secondo Stark, la creazione di begli oggetti e strutture è solo un potenziale sottoprodotto della sua più alta missione di creare un design onesto e "amoroso" che rispetti gli utilizzatori.

MODERN

Nel 1989 Philippe Starck concepiva la prima collezione firmata di mobili di arredamento professionale per parrucchieri. Da questa data storica è cambiato radicalmente il modo di concepire il Beauty Design. Non più semplici poltrone o specchiere, ma opere d’arte contemporanea. Elementi di un sistema in cui ciascun elemento possiede un’anima, restituendo al salone la sua vocazione primaria, cioè essere un luogo di incontro tra un Creativo e la sua Cliente. A partire dal 1989 Philippe Starck ha firmato poi altre tre collezioni complete per PresenceParis, diventando un grande classico del Beauty Design riconosciuto in tutto il mondo.

CLASSIC

E' del 1988 la prima collaborazione con Starck che porta alla realizzazione della linea “Classic”, il primo traguardo nel mondo del Design raggiunto da Maletti, prima azienda al mondo nel settore a proporre il binomio BEAUTY-DESIGN Sobrietà classica e rigore moderno sono le caratteristiche che la contaddistinguono. La spinta all'innovazione di processo e di prodotto, sostenuta dall'idea guida che arte e tecnologia sono inscindibili, ha generato questa collezione, che ha radicalmente cambiato il modo di concepire il Beauty Design. Non solo semplici poltrone e specchiere, ma vere e proprie opere d'arte contemporanea.